CuciniAmoInsieme – Progetto Sollievo 2021

“Tutti gli uomini si nutrono, ma pochi sanno distinguere i sapori” era il filosofo cinese Confucio che 500 anni a.C. pronunciava queste parole; la malattia di Parkinson era ben lontana dall’essere riconosciuta, così come l’assenza di sapori non si poteva immaginare come uno dei sintomi del corredo della mdp. Ora lo sappiamo, sappiamo che l’assenza del riconoscimento del senso del gusto (ageusia) è uno dei tanti sintomi come l’acoria (assenza della sensazione di sazietà) o la iposmia (la diminuita percezione degli odori) e conosciamo numerosi altri sintomi che posizionano la mdp tra le malattie più subdole ed ostiche nell’essere diagnosticata oltre che curata al fine di ridurne l’evoluzione. Può stupire quindi che un gruppetto di persone con la malattia di Parkinson si siano cimentati nella sperimentazione culinaria, il coraggio e la determinazione sembrano elementi presenti in tutti i parkinsoniani e questo lavoro lo conferma. Grazie ai nostri amici per la coraggiosa testimonianza, grazie ad Isabella instancabile ideatrice di quanto può tornare utile per alleviare le sofferenze del corpo e le difficoltà dell’anima. E grazie a chi legge perché con la lettura di queste semplici ricette spunta sempre e comunque la consapevolezza di una tavola imbandita ed il cibo che, condiviso, unisce le persone rendendole uguali.

                                                                       Il Presidente Antonino Marra

  per visualizzare   clicca qui

E’ disponibile la versione cartacea su richiesta!

a

a

a

a

PILLOLE DI DIGITALE – la ricetta ideale per imparare ad usare il cellulare

Saper utilizzare tutte le piattaforme disponibili si impone come un’urgenza per ridurre il distanziamento assicurando le relazioni così messe a dura prova dalla pandemia. La solitudine diventa protagonista indesiderata di ogni giorno colpendo i soggetti più vulnerabili come gli anziani, le persone con patologie e disabilità.

In Veneto nasce così una straordinaria iniziativa, il progetto di una scuola di alfabetizzazione digitale destinato a tutti i cittadini del Triveneto.

Sette associazioni ed enti del Veneto hanno fatto rete, dando vita al progetto: “Pillole di digitale – la ricetta ideale per imparare ad usare il cellulare”. Progetto creato assieme a Centro Marca Banca e Comune di Treviso, con il patrocinio dell’Aulss 2 e il supporto del Comitato scientifico.

Il progetto ha visto inoltre il coinvolgimento dell’Associazione Diabetici di Treviso, del Comitato Melograno e di Senior Veneto della Fondazione “Altre Parole” di Montebelluna; del Coordinamento Veneto Associazioni Parkinson; del Centro Servizi Volontariato di Belluno e di Treviso e del Credito Cooperativo, sempre molto attento al sociale.

“Il progetto è un esempio di come fare rete tra associazioni di volontariato e istituzioni sia fondamentale; l’iniziativa è stata attuata in pochi mesi grazie all’entusiasmo dimostrato da tutti i soggetti coinvolti. L’obiettivo del nostro Istituto è quello di creare una sinergia di valore, essere di aiuto con ogni mezzo per superare questo periodo storico che ci sta mettendo a dura prova. La tecnologia è diventata un mezzo indispensabile ed efficace, utile alle persone per dialogare, per socializzare e per andare oltre la solitudine” ha commentato Claudio Alessandrini Direttore Generale di CMB.

Sarà possibile seguire in televisione, il mezzo più semplice e abituale per raggiungere tutti, delle vere e proprie lezioni didattiche, tenute da giovanissimi attori, diretti dalla regista Lucia Filippone, che spiegheranno in modo semplice e intuitivo come

    • prenotare una visita on line; 
    • parlare con i nipotini su face time;
    • navigare in internet;
    • mandare un messaggio su WhatsApp;
    • utilizzare delle app.

In questo modo anche anziani e persone con difficoltà potranno svolgere le attività della vita di tutti i giorni e rimanere in contatto con i propri cari e il mondo esterno. 

10 puntate da 15 minuti l’una che verranno trasmesse inizialmente dal Gruppo MediaNordEst a partire da sabato 27 marzo 2021.

 La programmazione è prevista:

– su Rete Veneta (Canale 18): il sabato alle ore 11.40, in replica la domenica alle ore 20.00.

-su Antenna Tre (Canale 13): la domenica alle ore 13.30 e il martedì alle ore 11.40.

 “Ci auguriamo che altri gruppi editoriali televisivi possano trasmettere le puntate di “Pillole di digitale”. Questo l’auspicio della Presidente dell’Associazione Parkinsoniani di Treviso Giovanna Grando“Non solo per l’utilità delle lezioni ma perché ciò che è stato realizzato rappresenta una nuova frontiera di cura e sostegno. Siamo aperti a tutti, anche alla TV nazionali. Affinché la parola inclusività possa rappresentare concretamente, in tutto il Paese, il suo vero significato”.

Fonte: E’NordEst- Elisabetta Pasquettin

 

 

 

 

NATALE 2020: “PRESEPIO DI TUTTI PER TUTTI”

Natale 2020: costretti a rimandare l’abituale incontro di fine mese e pure gli auguri per le festività natalizie, non ci siamo arresi, con la fantasia che non ci manca.

Il Consiglio Direttivo ed il CD Allargato hanno dato vita al “Presepio di tutti per tutti” del quale la stampa locale ha dato ampio riscontro. E’ stato esposto presso la chiesa dei Santi G. Barbarigo e M. Goretti in vicolo della Pineta 3,